La Spagna condannata a risarcire il libraio nazionalista

Da El Pais del 5 marzo 2013 (http://politica.elpais.com/politica/2013/03/05/actualidad/1362477821_356266.html ) leggo e traduco.

Spagna deve risarcire il libraio nazionalista Varela con 13.000 euro.

La Corte di Strasburgo ritiene che i suoi diritti fondamentali siano stati violati. In particolare, per di un processo equo entro un termine ragionevole e di essere informato della causa.

Il libraio nazionalista Pedro Varela ha ricevuto buone notizie da parte della Corte europea dei diritti dell’uomo. La Spagna deve pagargli 13.000 € (8.000 per i danni morali e il resto per le spese) perché ritiene che il suo diritto alla difesa sia stato menomato per un processo che risale al 1996.

Inizialmente, Varela è stato condannato dalla Corte di Istruzione n. 3 di Barcellona a cinque anni di carcere per aver negato l’Olocausto e per incitamento alla discriminazione, all’odio e alla violenza. Prima di un appello dal suo avvocato, il Tribunale di Barcellona, ha sollevato nel 2000 una questione di legittimità costituzionale dell’art 607,2 del codice penale, a motivo che potrebbe entrare in conflitto con la libertà di espressione. Sette anni più tardi, la Corte Costituzionale ha sentenziato che la negazione del genocidio non è un crimine. La Corte ha poi ridotto la condanna di Varela a sette mesi di prigione e mutato la qualifica, di giustificare il genocidio per la grossa quantità libri neo-nazisti che Varela vende nella sua libreria Europa. La Corte di Strasburgo ritiene che, dopo il cambio di criterio, Varela non abbia avuto la “capacità di esercitare la sua difesa in una maniera concreta ed efficace e in un tempo ragionevole.” “La decisione lascia l’amaro in bocca, perché apprezza il primo motivo [impotenza], ma non valorizza la violazione della libertà di coscienza e di espressione, ” il suo avvocato si così lamentava ieri. Varela ha trascorso 15 mesi in carcere per una seconda sentenza della Corte ed è libero dal marzo dello scorso anno. Il libraio chiede il risarcimento di 125.000 euro.

 OF