La Bonino agli Esteri, il CFR esulta

Bonino

Il Council on Foreign Relations esulta per la nomina di Emma Bonino (quella che praticava gli aborti “artigianali”, con la pompa di bicicletta…). La più importante organizzazione transnazionale di ispirazione massonica e mondialista, il gruppo di potere più influente del mondo, dal quale partono le direttive agli Stati europei e americano per l’appoggio incondizionato alla causa sionista e alle guerre al “terrorismo”. Lo stesso centro di potere che indica la via economica capitalista e antisociale così si è ufficialmente espresso dopo la nomina della Bonino:

«Dopo mesi di cattive notizie dall’Italia, finalmente una buona: Emma Bonino, europeista impegnata e da anni dinamica forza della politica UE, è stata fatta ministra degli esteri del paese. Sembra proprio che l’Italia emerga come un membro chiave e credibile dell’Unione Europea. All’Italia farà bene avere una statista di tale esperienza ed energia. Come ex Commissaria europea, ex parlamentare europea, e ministra per l’Europa e il commercio (sotto Prodi, ndr) la sua conoscenza del sistema europeo sarà di grande aiuto al Paese nel tempo di crisi. Ma quel che più conta, la politica estera europea riceverà una sferzata dalla posizione nel Consiglio degli Affari (europei, ndr) Esteri di una persona con visione, principi e determinazione».

Siamo sicuri che il neoministro degli Esteri farà di tutto per attuare le politiche antinazionali e antisociali che le indicheranno i suoi colleghi del CFR, visto che lei stessa è membro effettivo di tale organizzazione. Beninteso col sostegno dei media e dei politici liberal-progressisti italiani ed europei.

OF