Omo-bi-transfilia? MAI!

russia_legge_anti_gay_welovemercuri

Il 17 maggio 2013 l’Unione Europea ha celebrato la giornata contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. Si tratta di un evento che fa pienamente parte della martellante campagna propagandistica – promossa dai vari centri di potere massonici e mondialisti – volta a favorire la massima diffusione dell’immoralità e dell’a-moralità. A queste iniziative – veri momenti topici, in cui il sistema laicista enfatizza i contenuti delle proprie campagne di sensibilizzazione – occorre rispondere con la pratica quotidiana e paziente delle seguenti virtù (disposizioni d’animo volte al bene):

– INDIGNAZIONE, che dà la forza di reagire agli attacchi a cui è sottoposta la morale naturale e cristiana, unico fondamento su cui costruire una retta esistenza sia personale che sociale.

– DISPREZZO di tutto ciò che mina la convivenza civile ed il futuro della Patria.

– COMPASSIONE nei confronti di chi, magari inconsciamente ed in buona fede, si presta ad essere strumentalizzato dai fautori dell’inciviltà. Ai parlamentari italiani che invocano l’applicazione della cosiddetta legge mancino anche nei confronti di chi si rendesse responsabile di atti discriminatori nei confronti di persone omo-bi-transessuali, rispondiamo che il Parlamento italiano dovrebbe preoccuparsi di porre in atto iniziative volte a favorire la famiglia naturale, la crescita demografica, l’abolizione delle pratiche abortive, la tutela della morale, la difesa e la promozione dell’identità nazionale, la sovranità monetaria e politica della Nazione, la difesa ed il rilancio dell’economia nazionale, ecc. Temiamo, però, che si tratti di richieste sovradimensionate rispetto alla bassezza di coloro che oggi occupano gli scranni del Parlamento, e non solo. In fondo non si domanda l’impossibile, semplicemente si chiede che venga veramente messo in atto, da chi ne ha facoltà, ciò che è necessario a perseguire il bene comune degli italiani. Bene comune che è un fatto oggettivo – perché fondato sulla Verità che caratterizza la natura delle cose esistenti – e  non una categoria cangiante a seconda della fazione che la predica o del mutar dei tempi.

OF