Ancora notizie dai patrioti greci

Alba dorata FN

ORDINE FUTURO sente il dovere di far arrivare al pubblico italiano la voce dei nazionalisti greci perseguitati dal Sistema asservito alla grande finanza mondialista.  Iniziamo a diffondere notizie di prima mano fornite dai patrioti senza la consueta manipolazione dei media ufficiali.

OF 

Dopo 40 anni di scandali, corruzione a di distruzione della sovranità nazionale, lo Stato greco ha arrestato membri del parlamento e il capo del nostro partito. Perché Alba Dorata è perseguitata?

Il  Sistema sapeva bene che per la fine dell’Estate saremmo arrivati al 20% e forse oltre!   Tutti sapevano che dopo le elezioni non ci sarebbe stato modo di formare un governo solo con Nuova democrazia/Syriza/Pasok.  Alba Dorata sarebbe divenuta così la sola opposizione! 

All’Arco “costituzionale” non poteva piacere questa evoluzione della situazione che sarebbe stato l’inizio della fine e aspettava solo l’occasione che è arrivata con l’omicidio di Pavlos Fyssas. (Omicidio che Alba Dorata ha condannato, che è in realtà riconducibile a una rissa calcistica e non all’attività politica, e che va visto in un contesto di violenza sociale diffusa che vede coinvolti come autori un po’ tutti: greci e immigrati, destra e sinistra, partiti di potere e di opposizione).  Da quel giorno i media “democratici” si sono attivati con una azione incredibilmente coordinata con l’obiettivo dichiarato di distruggere il movimento nazionalista del popolo.  Ricordate che si tratta della stessa stampa che difende quotidianamente e con tanta passione il cosiddetto memorandum e tutte le crudeli misure di austerità adottate contro il nostro popolo.

Al tempo stesso tutti i costituzionalisti dichiarano che gli arresti sono stati fatti al di fuori dei limiti della legalità, su iniziativa del governo senza alcun vero processo giudiziario, configurandosi così come vera e propria persecuzione.

Dopo tutto Alba dorata è un partito nazionalista votato democraticamente da 500.000 nostri cittadini e in democrazia solo loro devono decidere chi viene eletto a rappresentarli, giusto? Sbagliato!

La coalizione di governo ha aperto il classico vaso di vermi dopo che il sistema ha deciso di punire proprio quelli che denunciavano il pericolo che si avvicina e che non erano responsabili della distruzione della nostra patria.         

I greci ora sono sospettosi e pronti a reagire e non sono disposti a bersi tutto quello che viene loro propinato.  Soprattutto dopo le migliaia di infamità (finanziarie e non solo) che sono state commesse negli anni nel nostro Paese da parte di politicanti e partiti ai quali il Sistema ha sempre garantito l’immunità assoluta.

(Per chi parla inglese consigliamo di seguire la situazione greca sul sito www.xameriki.wordpress.com)

In queste ore si registrano commenti interessanti per capire bene le vere motivazioni della persecuzione contro i nazionalisti greci.

Mentre Samaras si appresta a volare negli  Stati Uniti il ministro del lavoro Vroutsi  annuncia che verranno eliminate anche le ultime restrizioni legali a difesa dei lavoratori pubblici. Questo naturalmente non ha trovato spazio sui media internazionali, per non parlare di quelli greci, tutti presi a mascherare il tutto con l’isteria antinazionalista contro Alba Dorata.

Mentre tutti vedono l’incredibile offensiva scatenata contro il nazionalismo greco, viene annunciato che per la fine dell’anno il ministero del lavoro cancellerà quelle “noiose leggi sul lavoro” che erano rimaste a protezione dei dipendenti. Chiaramente, questo aprirà la strada a un nuovo esercito di altri disoccupati e alla miseria che ne seguirà. E’ il classico caso di distrazione politica di massa.  Con il Pasok e Nuova democrazia che si fregano le mani pensando a implementare questo programma le cui linee guida sono dettate da poteri forti stranieri rappresentati in Grecia dalla commissione detta “Troika”. Il Comitato Ebraico Americano ha lodato gli arresti i provvedimenti presi contri Alba Dorata in Grecia perché adottati a difesa della “vera essenza della democrazia “. Che tutto questo sia contrario alla Costituzione greca e crei un precedente pericolosissimo per tutti è irrilevante e lunedì Samaras  potrà andare a cena con questi signori mentre molti greci a casa sono alla fame.

Dalla Coalizione di governo alla sinistra antigreca, tutti lavorano di concerto per distruggere l’unico partito che è un pericolo per questo controllo disumano operato dagli squali della finanza. Non si illudano: Alba Dorata non si piegherà mai!