Una voce dalla Chiesa (Ortodossa) in difesa di Alba Dorata

Le-femen-e-il-capo-della-chiesa-ortodossa-Kirill-04

Mentre la Chiesa cattolica fa di tutto per piacere ai progressisti l’altra Chiesa, quella ortodossa, non bistratta i nazionalisti e le loro idee. Anzi, a leggere le loro dichiarazioni, sembra che addirittura sostengano quei movimenti che si battono per la sovranità nazionale e per la difesa delle tradizioni culturali e religiose dei loro popoli (nella foto alcuni religiosi si oppongono ad una manifestante del gruppo “femen”). Improbabile il confronto con i preti nostrani, visto che da noi i pervertiti vengono anche comunicati per mano delle alte gerarchie ecclesiastiche (vedi il tristo figuro Vladimiro detto Luxuria…).

Il Vescovo Pavlos di Glyfada, una delle più autorevoli voci della Chiesa Greca, alza infatti la voce a favore dei camerati greci: “Ci sono vecchi politicanti che dovrebbero restituire denaro allo Stato. ma li lasciano stare. Il popolo sa quanti politicanti sono ora in prigione; e al loro posto arrestano le vittime.”

Riferendosi alla vecchia classe politica corrotta ha poi aggiunto: “Avevano torto quando aprirono le frontiere nel 1990; avevano torto quando hanno reso facile la cittadinanza per gli immigrati”.

Il Vescovo ortodosso si schiera anche a favore dell’identità etnica del popolo greco… Cose dell’altro mondo!

OF