Man Removing Wedding Ring

Breve riflessione sociologica

Una delle attività principali di molte (non tutte, certo, e ne conosco personalmente di onestissime) donne dell’Est è l’acchiappapollo.

Va da sé che più ricco il piumaggio, più serrata la caccia!

Ciò che mi stupisce è che, da quel che vedo in giro e da quanto mi riferiscono molte amiche, il pollo in questione sovente si fa “acchiappare” non da stratosferiche “biondone”, non da fatali more ventenni, occhi di cielo, cosce di marmo, ma da “badantuzze” ignoranti come un tubo di scarico, belle come il suddetto tubo, spesso non giovani, con eloquio di scimmie e vocione da tabagista obeso.

Tutti lì, poveri maschietti ospitati anche nel mio albergo, a fare i servi sciocchi a creaturine che …”io mangia sooolo fileto”, “io vado a negoooozio, tu poi pasa a pagare, capitoooo?” Signore, cioè, che un uomo che non abbia una meningite conclamata si vergognerebbe a presentare come le sue lavapiatti e che, invece, oggi vengono invitate tranquillamente ad un weekend d’amore e per le quali l’italiano si indebita, lascia la consorte e i figli, svende la casa.

E allora delle due l’una: o le mogli nostrane sono dei veri mostri oppure nei mariti fedifraghi di oggi c’è qualcosa di profondamente anomalo … ai posteri l’ardua sentenza!

Prima che qualcuno mi spieghi l’arcano, mi permetto di suggerire i vecchi metodi: una sana professionista a ore che, pagata la tariffa, sparisca; perché anche quelle di cui sopra sono professioniste, ma cattive, e non  mollano la presa finché intravedono una piuma da tirare. E poi, se proprio vi dovete far rovinare, fatelo per uno schianto di femmina: bella, giovane, alfabetizzata … sempre scemi sareste, ma un po’ meno, e soprattutto meno offensivi nei confronti di vostra moglie: l’avrete tradita con una femme fatale, non con un orango! E non è poco.