Autore: Gianni Correggiari

Las Malvinas son Argentinas (Prima parte)
Storia

Las Malvinas son Argentinas (Prima parte)

Trentacinque anni fa, il 2 aprile del 1982, le truppe argentine sbarcavano a Puerto Argentino (Port Stanley per gli Inglesi), capitale delle Malvinas (Falklands per gli Inglesi), prendendo possesso dei territori che centocinquant’anni prima i soldati di Sua Maestà avevano a loro volta occupato sottraendoli alla sovranità delle Provincias Unidas […]

Dovere di memoria o dovere di verità? Aspettando “san 25 aprile”
Attualità

Dovere di memoria o dovere di verità? Aspettando “san 25 aprile”

Trascorse da poco due ricorrenze dedicate ad altrettante tragedie del secolo passato, ed in attesa dell’imminente madre di tutte le nostrane ricorrenze, la così chiamata festa della liberazione, proviamo ad accostarci con obiettività a questo tipo di celebrazioni, per trarne opportuni spunti di riflessione. Dovere di memoria, memoria condivisa, giornata […]

Vittime dei reati e Stato disertore
Politica

Vittime dei reati e Stato disertore

Sempre pronto all’agguato fiscale contro gli Italiani, generoso con le masse di disperati che  volontariamente lasciano (non “fuggono”, lasciano) i rispettivi paesi senza alcuna stretta necessità (guerre o carestie), avaro nei confronti di tanti nostri compatrioti che abbandona a se stessi nelle situazioni di necessità (mancanza di lavoro, di decenti […]

15 febbraio 1898, l’esplosione della corazzata Maine
Storia

15 febbraio 1898, l’esplosione della corazzata Maine

Undici settembre, attacco a Pearl Harbor, esplosione della corazzata Maine. Questi, in ordine decrescente di tempo, tre episodi rappresentativi d’altrettanti casus belli, che determinarono interventi militari degli Stati Uniti d’America; avvenimenti che ancora fanno discutere e tuttora avvolti nell’ombra. Sono arcinote le teorie che intravedono negli attacchi alle Torri Gemelle […]

Marine Le Pen e l’Italia
Esteri

Marine Le Pen e l’Italia

Le parole di Marine Le Pen – ampiamente fuorviate, com’era prevedibile, dai titoli della stampa – circa la sua intenzione, una volta eletta presidente de la République, di impedire una seconda cittadinanza se dì nazione extraeuropea – e quindi anche israeliana (mais oui!) o statunitense, ma non russa – avranno sicuramente […]