Tag: assad

Suor Yola Girges, la situazione in Siria vista sul campo
Attualità

Suor Yola Girges, la situazione in Siria vista sul campo

Abbiamo avuto l’onore di conoscere Suor Yola Girges, della Comunità di Damasco delle Suore Francescane Missionarie del Cuore dell’Immacolata di Maria. Ieri, telefonicamente, siamo riusciti ad intervistarla; una chiacchierata di contro-informazione, libera da qualsivoglia manovra politico-mediatica che ci racconta, in maniera totalmente falsa, di una Siria martoriata dal peggior “dittatore” degli ultimi […]

L’azione bellica franco-anglo-americana è la madre delle fake news
Attualità

L’azione bellica franco-anglo-americana è la madre delle fake news

Stando alle ultime rivelazioni circa il bombardamento franco-anglo-americano, questo potrebbe aver marcato il superamento di un livello iperbolico nel settore della costruzione della realtà; potremmo essere anni luce oltre le fake news (o bufale, o menzogne… “c’est plus facile“). Alcune testate giornalistiche ci dicono che i Servizi israeliani qualificano come […]

Occidentale sarà lei!
Attualità

Occidentale sarà lei!

  Meritano di essere valutate attentamente le dichiarazioni rilasciate da Assad all’indomani dei bombardamenti. La prima dichiarazione, a caldo, sicuramente dopo le manifestazioni di piazza a Damasco con sventolio di bandiere siriane e russe: “Gli attacchi occidentali contro obiettivi militari del governo di Damasco renderanno la Siria e il suo popolo […]

Trump e la Palude: partita già chiusa?
Esteri

Trump e la Palude: partita già chiusa?

“Drain the swamp”, “prosciuga la palude”, è stato uno dei più efficaci slogan usati da Trump per significare la necessità di un cambiamento a trecentosessanta gradi nella gestione del potere di Washington. Medesimo concetto era stato espresso nel discorso di insediamento al Campidoglio di inizio gennaio, un discorso sorprendente, per […]

Se vincesse la Siria
Esteri

Se vincesse la Siria

Da anni, ormai, siamo abituati al solito schema: si inizia con il demonizzare la leadership di un paese e poi, con il pretesto di portarvi la democrazia, ci si infila nei suoi affari interni, si destabilizza e si rovescia il suo governo. Questo avviene nei casi più “fortunati”. Ma in […]