direttore tokyo 2020

Kentaro Kobayashi è il direttore Tokyo 2020 della cerimonia di apertura accusato di aver utilizzato battute antisemite in uno spettacolo risalente agli anni ’90

direttore tokyo 2020

Il comitato organizzatore Tokyo 2020 ha deciso di licenziare Kentaro Kobayashi, il direttore della cerimonia di apertura, per via di alcune sue battute sull’Olocausto fatte nel corso di una sua commedia andata in scena nel 1998. Tra le frasi incriminate ci sarebbero battute del tipo “giochiamo all’Olocausto”, cosa che ha generato non pochi imbarazzi.

La comunicazione del licenziamento del direttore Tokyo 2020 è avvenuta dallo stesso presidente del comitato organizzatore Seiko Hashimoto che ha chiesto pubblicamente scusa a tutte le parti coinvolte ed ai cittadini.

Durante lo spettacolo comico del 1998, Kobayashi fingeva assieme ad un altro attore comico di essere una coppia di famosi intrattenitori televisivi per bambini e in riferimento ad alcuni ritagli di bambole di carta, faceva riferimento a quando ‘giocavano all’Olocausto'”.

Il direttore Tokyo 2020 licenziato è un comico molto popolare in Giappone

Kobayashi è un ex membro del duo comico Rahmens molto noto non solo in Giappone per la serie comica The Japanese Tradition.

Oltre alle scuse del direttore del comitato, sono ovviamente arrivate le scuse di Kobayashi che ha definito inappropriate le battute in questione.

In seguito alla pubblicazione dei video che ritraggono il noto comico direttore Tokyo 2020 subito si è scatenata la protesta social, con anche esponenti delle associazioni legate alla memoria che hanno dichiarato che tutto ciò che fosse collegato a Kobayashi offende la memoria di milioni di persone.

La cerimonia celebra il ritorno alla vita
La cerimonia di apertura sarà interamente dedicata alla pandemia: la cerimonia inaugurale durerà tre ore e andrà in scena allo Stadio Olimpico ed avrà come tema l’esperienza del Covid che l’umanità ha vissuto e ancora vive da quasi due anni. Stando a quanto dichiarato dai presenti che hanno assistito alle prove generali, la cerimonia vedrà un uomo solo ripiegato su se stesso al centro dello stadio Olimpico che lentamente si alzerà in piedi, a raffigurare la rinascita dell’umanità che torna a vivere dopo la sofferenza e la paura vissuta nel pieno della pandemia.

La cerimonia di apertura dei Giochi andrà in onda venerdì avverrà senza pubblico per dare continuità alle misure anti covid che tutto il Giappone sta ancora adottando a fronte del nuovo aumento dei contagi. Ovviamente parteciperanno funzionari, ospiti e tutti gli operatori necessari alla realizzazione dell’evento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here